pausa caffè

L’abitudine della pausa caffè

In gran parte dei paesi del mondo possiamo definire la pausa caffè come un’abitudine ben consolidata nella vita di ogni lavoratore. Il caffè, per coloro che trascorrono buona parte della loro giornata in ambienti lavorativi, rappresenta un vero e proprio modo per scandire il tempo.

La nascita del mercato del caffè

Volendo partire dall’invenzione del processo di infusione del caffè dobbiamo volgere il nostro sguardo al mondo arabo. È lì che venne scoperto che i chicchi di caffè sprigionano la loro migliore aromaticità in infusione solo dopo una buona tostatura.
Con l’avvento poi delle grandi spedizioni rinascimentali anche il mondo occidentale venne a contatto con questa bevanda. Ben presto divenne un bene richiesto in tutta Europa ed in molti altri Paesi.

La storia della macchina del caffè ed il suo arrivo nelle aziende

Non molti sanno che l’invenzione e l’evoluzione della macchina del caffè espresso è completamente firmata da pionieri otto-novecenteschi italiani.
Il primo innovatore da ricordare è l’ingegnere ed imprenditore alberghiero Angelo Moriondo. Egli, all’Expo Generale di Torino del 1884, presentò e brevettò la prima macchina del caffè. La sua creazione non aveva però fini industriali, infatti era stata progettata per rendere istantaneo e simultaneo il servizio caffè nei suoi ristoranti.
Fu poi il milanese Luigi Bezzera, nel 1901, a brevettare ed industrializzare la prima vera macchina per il caffè espresso. Purtroppo Bezzera non riuscì a commercializzarla su larga scala.
Colui che realmente intuì la potenzialità dell’invenzione di Bezzera fu Desirio Padovani, che iniziò a produrla in serie e commercializzarla nei locali pubblici.
È proprio grazie a questi personaggi di rilievo se oggi tutti noi disponiamo di macchine per il caffè che lavorano repentinamente, senza il bisogno di lunghi processi di preparazione.

Pausa caffè: diritto o privilegio?

Una delle domande che spesso ci si pone è se la pausa caffè sia un diritto di ogni lavoratore, oppure un privilegio rivolto a pochi. Analizzando la legge sulla tutela dei diritti dei lavoratori (Art. 8 D. Igs. N.66/2003) possiamo trovare alcuni punti fondamentali per rispondere a questa domanda. La legge ci dice che ogni lavoratore che utilizzi le sue risorse fisico-intellettuali per almeno sei ore ha diritto a beneficiare di un intervallo-pausa. La durata del break dovrà essere contrattata collettivamente, ma non potrà essere inferiore a 10 minuti.
La pausa sopra identificata non sarà obbligatoriamente adibita a “pausa caffè”, ognuno potrà impiegarla come meglio crede. E’ innegabile però che la tradizione del coffee break è così radicata negli uffici che la maggior parte dei lavoratori la utilizzerà per bere un buon caffè.

Benefici dell’assunzione di caffè

Il caffè è una delle bevande più consumate al mondo, per questo è inevitabile chiedersi se il caffè abbia delle proprietà benefiche e/o degli effetti collaterali.
All’interno del seme di caffè sono state identificate più di 900 sostanze benefiche per il corpo. Per questo motivo l’assunzione equilibrata e consapevole del caffè (3-4 tazzine al giorno, non dopo le 18:00) può portare vantaggi per l’organismo. Alcuni dei benefici possono essere:

  • l’effetto digestivo;
  • il miglioramento dell’attività psico-fisica;
  • le proprietà diuretiche e dimagranti poiché stimolanti del metabolismo;
  • i benefici sull’energia, sulla memoria e sulla concentrazione;
  • l’azione preventiva e protettiva nei confronti di alcune malattie.

Controindicazioni e valide alternative al caffè

È importante però ricordare che uno scorretto uso del caffè può mutare tutti i suoi benefici in danni per l’organismo, creando:

  • ulcera, gastrite o reflusso gastroesofageo;
  • insonnia, ipertensione, tachicardia o tremori.

Date le possibili controindicazioni di un eccessivo uso di caffè può essere utile conoscere bevande alternative che contengano quantità esigue di caffeina o ne siano totalmente prive:

  • Orzo: antica bevanda completamente priva di caffeina, che contiene in piccole quantità vitamine e sali minerali. Quest’infusione ha proprietà digestive, antisettiche, antinfiammatorie, di stabilizzazione glicemica;
  • Ginseng: bevanda dall’origine asiatica, possiede proprietà toniche, energizzanti ed ipoglicemizzanti. Famosa per migliorare l’attenzione, le prestazioni ed i tempi di reazione. Diminuisce stress ed affaticamento;
  • Caffè alla cicoria: alternativa priva di caffeina più utilizzata, dal sapore lievemente amarognolo. Questa bevanda è ricca di vitamine, sali minerali, polifenoli e fibre. Ha capacità digestive, depurative, antiossidanti, riequilibranti della flora batterica intestinale e di controllo della glicemia.

La convivialità della pausa caffè nel mondo

Oltre che un diritto, la pausa caffè è sicuramente un momento di convivialità che accomuna tutti gli ambienti lavorativi sociali. Anche in diversi paesi del mondo.
In Germania troviamo la “kaffeeklatsh”, una pausa caratterizzata da chiacchiere e pettegolezzi davanti ad una tazza di caffè.
In Svezia troviamo la tradizione della “fika” (da “kaffe”, caffè) una pausa che scandisce sia la mattina che il pomeriggio dei lavoratori svedesi. Questo particolare break mira alla socializzazione ed allo scambio tra lavoratori. Essa risulta così importante che molte aziende svedesi l’hanno resa obbligatoria. Infatti, si pensa che una migliore socialità riduca lo stress, migliori la produttività ed incrementi l’efficienza di tutti i lavoratori.

La pausa caffè nel nostro coworking

Anche in Italia la pausa caffè è sicuramente un’importantissima abitudine quotidiana. Per questo il nostro coworking offre a tutti i suoi clienti un’area relax dedicata dove rilassarsi, recuperare le energie. E dove fare la conoscenza di altri professionisti presenti all’interno della nostra struttura. La nostra area relax è dotata di macchinette nelle quali potrete trovare caffè ed alternative per tutti i gusti. Inoltre sono messe a disposizione di tutti i coworkers macchinette, una cucina ed uno spazio dotato di tavoli e divani per gustare al meglio ciò di cui ognuno ha bisogno.

Vi aspettiamo per conoscere la nostra struttura, rispettando però le attuali disposizioni governative!

Scrivi qui il tuo commento

avatar