Articoli

spedizione

E-commerce: lo shopping on line

La crescita degli e-commerce

Oggi, 3 italiani su 4 effettuano acquisti on line almeno una volta al mese, mentre un italiano su 5 compra su internet in maniera intensiva.

Quali i prodotti più acquistati?

Da uno studio condotto tramite Bilendi (società che effettua studi di mercato), le categorie merceologiche maggiormente acquistate on line vedono l’elettronica al primo posto, dunque prodotti di moda e scarpe. A seguire videogiochi, giocattoli e in generale prodotti per l’infanzia. Poi prodotti per la cura del corpo e la casa.

Chi acquista on-line

Gli acquirenti sono per lo più uomini (al 59,2%). In Italia la maggior parte degli acquirenti è nella fascia di età tra i 35 e 44 anni (27%), mentre sono più giovani all’estero. Normalmente si predilige l’acquisto da smart phone, più che da pc o tablet, perché è l’apparecchio che si ha sempre a portata di mano, nella frenesia dei propri acquisti.

L’importanza delle recensioni

Naturalmente, grosso peso lo rivestono le recensioni. Infatti 9 consumatori su 10 leggono guide di acquisto o recensioni, per farsi guidare nella scelta. Molto utilizzate sono le app che permettono la comparazione dei prezzi (tra prodotti e/o servizi differenti).

E-commerce: per privati e aziende

Non solo i privati utilizzano gli e-commerce, ma anche le aziende: si pensi all’acquisto di prodotti di cancelleria, a quanto è comodo e meno dispendioso in termini di tempo e fatica farsi recapitare pesanti risme di carta al piano.

Comodo sì, ma se non mi piace?

Indubbiamente, il cliente ne guadagna in tempo e comodità. Farsi recapitare la spesa a casa infatti per qualcuno non ha prezzo. Certo viene a perdersi la bellezza di toccare con mano il prodotto o di provare un paio di scarpe o un abito. Ma gli e-commerce anche in questo vengono incontro: infatti nei casi di capi di vestiario o scarpe, i resi sono gratuiti.

Spese di spedizione

Sono molto varie le spese di spedizione. Spesso, soprattutto per prodotti di basso costo, possono avere un impatto anche molto alto sul prezzo finale. In molti casi, quando il carrello supera una certa cifra, vengono eliminate, proprio per incentivare all’acquisto.

Dove è la mia spedizione?

L’utente medio vuole sapere in tempo reale dove è la sua spedizione. Oggi sono sempre più precise le email o gli sms di notifica del cambio di stato di spedizione. Ed i software sono sempre più funzionali a rispondere a questa esigenza di controllo della spedizione. Lo scopo è molteplice: il cliente, ha la possibilità di monitorare in maniera costante i passaggi della spedizione, e sapere ormai in tempo reale se un pacco sia appena stato consegnato. D’altro canto questo tipo di “controllo” serve alle aziende per monitorare i clienti finali e dunque fidelizzarli per futuri acquisti.

Dove far arrivare la spedizione?

Solitamente è possibile acquistare un prodotto e scegliere se ritirarlo o farselo spedire, e nel caso dove farselo mandare. Infatti, se il cliente privato deve ricevere un pacco personale, a volte non può o non vuole farselo recapitare in ufficio. Allora può appoggiarsi a parenti e amici che “tanto sono sempre a casa”. Oppure programma la consegna dandone specifici orari di reperibilità (ma qualcosa andrà sicuramente storto). Oppure, ancora, si affida a centri specializzati in fermo pacchi.

Il servizio di fermo posta o pacco di 599 europa

Noi di 599 europa, ai clienti offriamo numerose possibilità: se il cliente ha un ufficio stabile all’interno del Centro, può farsi recapitare i pacchi e noi effettuiamo lo smistamento e la consegna all’ufficio. Oppure, se il cliente è più saltuario e/o abbia un contratto di domiciliazione, effettuiamo il fermo pacco o fermo posta. Per tutti coloro che invece siano privati esterni, è attivo il servizio di Fermo!Point, che permette al cliente di acquistare on line e farsi recapitare il pacco alla reception. Dunque avrà 15 giorni di tempo per poterlo ritirare.

 

_Elena

prolab materials

Intervista: ProLab Materials

Abbiamo voluto fare qualche intervista tra chi utilizza da più o meno tempo i nostri spazi. Oggi sentiamo l’azienda ProLab Materials.

Di che cosa vi occupate?

In ProLab siamo ingegneri, chimici e imprenditori. ProLab sviluppa e produce resine per stampanti 3D. Operativamente acquisiamo le richieste dal cliente per materiali su misura, individuiamo la strategia operativa, svolgiamo ricerca e sviluppo di nuovo prodotti nei nostri laboratori chimici, infine produciamo direttamente il materiale sull’impianto industriale nei volumi richiesti.

Recentemente abbiamo aperto un nostro store per la linea di prodotto di materiali compatibili con le stampanti 3D con più base di installato sul mercato: https://prolabmaterials.com/store/

Come sei venuto a conoscenza del nostro Centro?

Tramite mio padre, per passaparola, nel 2015.

Perché hai scelto 599 europa? Che cosa ti ha convinto?

Inizialmente la nostra esigenza era di avere uffici disponibili, un punto di incontro facilmente raggiungibile per i meeting. Ci ha convinti la possibilità di ingresso in qualunque orario, servizio carente di altri coworking.

Inoltre ci ha convinti la posizione fuori Torino, facilmente raggiungibile senza il classico traffico del centro, e la facilità nel dare indicazioni grazie alla vicinanza dell’autostrada TO-MI.

Avresti potuto svolgere la tua attività anche da casa? Se sì, spiegaci perché hai preferito noleggiare un ufficio.

Certamente ci sarebbero molte soluzioni possibili, ne ipotizzo alcune:

  • Adibire parte dei capannoni ad uffici: sarebbe stato scomodo per noi far arrivare i clienti direttamente in loco, per la presenza di molto traffico industriale, strade non facilmente accessibili e continue lavorazioni industriali. Inoltre non sarebbe stato possibile garantire la privacy per l’elevato numero di produzioni conto terzi dei clienti.
  • Affitto classici uffici: la serie di contratti e utenze da far propri si traduce in sostanziale perdita di tempo, di denaro. La domande era: quando saremo operativi? con la flessibilità degli uffici all’interno del coworking ci si avvantaggia del pronto all’uso.
  • Cowoorking in Torino e Incubatore: come startup avremmo potuto facilmente richiedere aree uffici e laboratori, a prezzi di favore in centro a Torino.

Tuttavia la scelta della posizione è stata predominante, in Torino la presenza di molti parcheggi a pagamento sempre più cari, avrebbe scoraggiato la visita di molti.

Nel nostro caso il potenziale accesso alla struttura anche nel weekend è una libertà a cui avremmo dovuto rinunciare in altri coworking, con orari imposti dalle strutture.

Secondo te quali sono i vantaggi di un ufficio a noleggio rispetto alla locazione di un ufficio o altre soluzioni?

  • Pronto da subito.
  • Tutto compreso nel contratto: non ci si preoccupa di contratti: luce, riscaldamento, Wifi, servizi di pulizia, manutenzioni, tutto compreso in un unica fattura, preoccupandosi solamente di lavorare.
  • Servizio reception accoglienza clienti, per rappresentanza è molto importante far sentire il cliente ben accolto e indirizzarlo all’ufficio o alla sala meeting.
  • Sale meeting pronte all’uso, per presentazioni con proiettore e servizi opzionali fra cui scegliere.

Quali servizi utilizzi presso il ns Centro?

A mio parere, i servizi più utilizzati nella struttura sono:

  • Accoglienza clienti
  • Servizio ritiro posta
  • Servizio stampante
  • Area caffè relax

Hai trovato nuovi spunti lavorando qui? Sono nate delle collaborazioni?

Si sa che parlando si trovano molti spunti.

Direi che spesso ci si confronta con personalità interessanti, si può sempre imparare qualcosa!La socializzazione è limitata alla vicinanza o alla volontà di ognuno ovviamente.

Forse si potrebbe incentiverebbe con aree relax più grandi, con un paio di tavoli e sedie/sgabelli, sempre più clienti preferiscono portare il pasto da casa.

business center

Chi utilizza il business center #1

Business center: una realtà in crescita

Le realtà come business center e spazi di lavoro condiviso sono sempre più utilizzate da professionisti e piccole e medie imprese. Caratteristiche? Spesa ridotta, fissa, all inclusive. L’accesso può avvenire 24/7 oppure essere regolamentato da una reception. In ogni caso, si può abbastanza liberamente accedere al proprio spazio, condiviso o riservato. È possibile ricevere clienti o colleghi ed appoggiarsi ai device presenti in struttura (telefono, connessione internet, stampante). Le principali utenze sono comprese nel costo (giornaliero, mensile o annuale) e si ha solitamente buon margine di personalizzazione del proprio spazio.

Spazi funzionali e pronti all’uso

Ecco perché sono strutture che stanno funzionando. Rispondono alla sempre maggiore richiesta da parte degli utenti di potersi appoggiare in maniera temporanea a spazi funzionali e pronti. L’arredo e le pulizie sono comprese, la corrente e il riscaldamento anche. Inoltre, è molto apprezzato occupare la propria postazione in maniera estremamente flessibile e per tutto il tempo necessario. Poter apporre la propria targa identificativa sulla bacheca di ingresso, è un modo professionale per ricevere i propri clienti, all’interno di uno spazio dove hanno sede molte realtà lavorative differenti.

Chi utilizza questi spazi?

A 5 anni dall’apertura di 599 europa, chi ha utilizzato finora il nostro Centro?

  • Uffici arredati: i principali clienti degli uffici pronti all’uso sono o sono stati professionisti, tra cui ingegnere, geometra, architetto, designer, organizzatrice di eventi. Ma anche consulente finanziario, commercialista, avvocato, curatore fallimentare, consulente del lavoro, psicologo, organizzatrice di incontri. Inoltre piccole e grandi imprese che si occupano di disegno meccanico, piuttosto che di internet security, graphic design, comunicazione, progettazione grafica, telefonia, stampa 3D, noleggio di accessori, trasporti. Ancora, è la sede operativa di agenzie finanziarie, studi di progettazione, studi di ingegneria, aziende che si occupano di ricerca del personale. La possibilità di portare il proprio numero VoIP ha permesso a segretarie e centraliniste di utilizzare gli uffici per rispondere telefonicamente ai loro clienti.
  • Coworking: le scrivanie sono state occupate da designer, agenti e commerciali, disegnatori e progettisti, assicuratori, agenti finanziari. Rappresentano un buon appoggio temporaneo o costante per chi non abbia esigenza di privacy.
  • Sala riunioni: è apprezzata da clienti interni, per ricevere ospiti o svolgere riunioni, quando lo spazio del loro ufficio non sia sufficiente ad accogliere un numero elevato di persone. Oppure quando non vogliano fare entrare i propri potenziali clienti all’interno del loro spazio riservato. Nel tempo è però stata utilizzata anche da aziende esterne, per svolgere corsi di formazione o aggiornamento, meeting e presentazioni.

Domiciliazione

Negli anni sono nate e cresciute realtà di car sharing e noleggio attrezzature, imprese edili, agenzie di wellness, aziende di distribuzione gas, professionisti di IT security, human resources. Tutte queste aziende hanno avuto modo di eleggere a propria sede legale il Centro, essendo più o meno presenti in sede. Avere la propria targa identificativa all’esterno e all’interno del Centro è un modo professionale di ricevere clienti e posta.

Perché vengono utilizzati i business center?

Come già detto, vengono apprezzati per lo più la flessibilità, la presenza di una reception in grado di accogliere secondo specifiche direttive i propri clienti, la possibilità di accedere al proprio spazio 24/7 e quella di ricevere pacchi e posta.

Condivisione o privacy: spesso una scelta

Si può decidere di condividere la pausa caffè oppure di mantenere la propria riservatezza. La presenza opzionale della propria targa fuori dall’ufficio e la pausa caffè rappresentano un buon modo per condividere le proprie esperienze e perché no, fare nascere nuove opportunità lavorative. Non a caso, negli anni sono spesso nate collaborazioni fruttuose tra professionisti, che hanno sviluppato insieme progetti di start up, o tra aziende. È capitato che ex dipendenti di aziende che in passato avevano sede nel Centro, abbiano trovato lavoro in altre aziende interne al Centro.